I nostri bambini alle prese col parrucchiere

Bambina dal parrucchiere
 
Pagina precedente
 
Non tutti i parrucchieri però, nemmeno tra quelli con più esperienza, sono portati per lavorare coi bambini. Nei saloni più grandi dove lavorano insieme numerosi professionisti ci sono di solito uno o due parrucchieri specializzati nel trattare con la clientela più giovane e rendere l'esperienza piacevole per tutta la famiglia. All'arrivo, il bambino viene salutato e accompagnato nel reparto giochi per socializzare col nuovo ambiente e rilassarsi. Nelle grandi metropoli è addirittura possibile trovare saloni che lavorano esclusivamente con i bambini.
 
I parrucchieri che lavorano in questi saloni sono specializzati nell'affrontare potenziali paure e forme di ansia che possono manifestarsi nei loro piccoli visitatori e sanno come affrontare anche i clienti più restii al taglio. In alcuni saloni il bambino può scegliere un film da guardare mentre il parrucchiere lavora, in modo da non rendersi quasi conto di cosa gli succede intorno. Oppure, il bambino può scegliere di sedersi in una sedia a forma di auto da corsa, di motocicletta, di cavallo o altro animale, mentre una bambina può accomodarsi su un trono per principesse dotato di specchietto per controllare le operazioni del parrucchiere e fare eventuali rimostranze. I bambini possono anche scegliere il tipo di mantello da indossare. Ci sono infatti vari modelli con stampe diverse e colorate adatte a tutti i gusti. Infine, anche i colori degli interni sono adattati ai gusti dei piccoli. Tutto ciò contribuisce a stimolare il bambino e crea l'ambiente favorevole per una piacevole esperienza. Una volta raggiunto questo obiettivo sarà più semplice riportare il bambino dal parrucchiere la volta successiva. Tuttavia, l'atteggiamento dei piccoli può cambiare totalmente durante le visite successive, anche se la prima esperienza è stata piacevole e divertente.
 
Per evitare qualsiasi problema è importante avere un appuntamento specifico per il bambino e presentarsi in tempo dal parrucchiere. Anche la scelta dell'orario ha la sua importanza: è opportuno evitare, ad esempio, le ore durante le quali il piccolo è solito riposarsi oppure le ore nelle quali è abituato a mangiare e i momenti durante i quali è molto attivo e giocoso. La scelta di uno di questi orari non farà altro che rendere l'esperienza più difficile. Rassicurante, per il bambino, può essere la concomitanza di un taglio di capelli della madre, o del padre, che può sottoporsi a veloci trattamenti nello stesso momento e facilitare così l'esperienza del figlio, così come la scelta di uno dei genitori di cogliere l'occasione al momento, una volta dal parrucchiere, per sottoporsi ad una veloce pettinata accanto al figlio. Per bimbi davvero difficili, uno snack o una bibita possono aiutare a rendere la visita dal parrucchiere più giocosa.
 
Nella ricerca di un buon parrucchiere per il proprio figlio è importante non esitare a chiedere a parenti ed amici. Altri genitori possono consigliarci e indicarci il professionista più adatto per trattare con nostro figlio e fare un buon lavoro. Naturalmente un professionista specializzato potrà chiedere un po' di più, ma, soprattutto se è la prima esperienza, è importante scegliere il miglior salone e rendere l'esperienza piacevole per il bambino. Sarà più facile riportare il bimbo a tagliarsi i capelli poiché egli avrà ormai stabilito un rapporto di fiducia con la figura del parrucchiere. Se, nonostante tutti gli accorgimenti, il primo taglio dei capelli risultasse in un'esperienza negativa per il bambino, sarà allora opportuno affidarsi ad un parrucchiere esperto disposto a venire a casa. In questo modo, l'operazione si svolgerà in un ambiente sicuro e familiare che faciliterà questa esperienza.
 
Se il bambino dà segni di irrequietezza e timore è opportuno cercare di confortarlo e spiegare, passo per passo, tutto ciò che sta per avvenire, le ragioni di questo e i tempi previsti, utilizzando parole semplici e un atteggiamento rilassato e sorridente. Se, invece, il bambino è distratto da qualcosa e riesce a stare calmo poiché qualcos'altro sta attirando la sua attenzione, è importante non interferire e lasciare che il parrucchiere termini il suo lavoro.
 
In questi casi è importante avere molta pazienza e non innervosirsi se il bambino non riesce a stare tranquillo, come è importante non essere avari di complimenti per qualsiasi piccolo passo che il piccolo riesca a fare in questa nuova esperienza. L'ansia e il nervosismo più o meno manifesto dei genitori non fanno altro che peggiorare le cose e rendere più difficile l'esperienza del piccolo.
 
Se tutto va come previsto, o se il bimbo dimostra sicurezza e riesce a superare la prova, è importante gratificarlo e fargli capire di essere stato davvero bravo, specialmente se si tratta della prima volta. Se ciò non fosse, invece, i genitori non devono mostrare contrarietà poiché questo non farà altro che alimentare le paure del bambino riguardo al taglio successivo di capelli.
 
©hairfinder.com
Immagine: Africa Studio/Shutterstock