Acconciature e tagli di capelli

La frangia perfetta

Recentemente un caro amico mi ha confidato di litigare spesso (scherzosamente) con la moglie a causa della lunghezza della sua frangia. Secondo lui, infatti, le donne dovrebbero indossare la frangia lunga, che sia almeno all'altezza delle sopracciglia. Mi ha anche chiesto la mia opinione personale come professionista e devo ammettere che la domanda mi ha suscitato una serie di riflessioni sul tema. Il problema, almeno per me, non è tanto dato dalla giusta lunghezza della frangia in termini generali, quanto piuttosto dal comprendere qual è la lunghezza giusta per ciascuno di noi.
 
Infatti, la frangia è un elemento davvero personale della pettinatura. Alcune donne la inseriscono nella propria pettinatura perché hanno bisogno di coprire una fronte alta e ampia, e riescono così a nascondere l'eccesso di spazio e a bilanciare adeguatamente i lineamenti del viso. La lunghezza della frangia, in questo caso, è determinata dall'ampiezza di area che si desidera coprire. Tuttavia, ci sono anche molte donne che indossano la frangia solo perché è di moda oppure perché amano questo tipo di caratteristica nella propria pettinatura. In questi casi è opportuno scegliere una lunghezza che bilanci gli altri elementi del viso in quanto una frangia troppo lunga, o troppo corta, può alterare l'armonia dei tratti facciali e far risaltare alcuni elementi a discapito di altri.
 
La Lunghezza della Frangia:
 
taglio frangia Come già accennato sopra, la lunghezza della frangia deve essere in armonia non soltanto con l'ampiezza della fronte, ma anche con gli altri elementi del viso.
 
Se, ad esempio, abbiamo un viso con occhi ravvicinati e piccoli e applichiamo una frangia corta (che copre meno della metà della distanza tra l'attaccatura dei capelli e le ciglia), l'eccesso di fronte scoperta farà apparire gli occhi ancora più piccoli. Se, invece, abbiamo un viso con occhi grandi e distanziati, una frangia lunga e pendente sugli zigomi renderà il viso troppo “affollato”.
 
Un altro esempio importante riguarda il caso di un viso con naso pronunciato. Se la frangia è troppo lunga essa nasconderà la fronte e gli occhi e l'unico elemento che verrà evidenziato sarà proprio il naso, che risalterà sul viso come l'elemento principale. Quest'ultimo, privato del giusto bilanciamento dato dagli occhi e dalle sopracciglia, apparirà dunque ancora più pronunciato.
 
La Forma della Frangia:
 
Un altro elemento importante da considerare quando si sceglie la frangia è la sua forma, vale a dire la linea del taglio dei capelli sulla fronte. Anche questo elemento deve essere armonizzato con le caratteristiche facciali in questione. Le forme più comuni sono la linea dritta orizzontale, affusolata orizzontale, linea netta curva, curva e affusolata, sfalsata o “sfrangiata”.
 
La frangia orizzontale piatta – in pratica si tratta di un taglio orizzontale dei capelli lungo tutta la fronte – è di solito indicata soltanto per gli individui con viso allungato o stretto. Nel caso di persone con viso largo, infatti, una frangia di questo tipo non fa altro che allargare ancora di più, e ciò a causa della linea orizzontale del taglio che allunga la linea degli occhi. La scelta tra una frangia piatta e una affusolata dipende dalle necessità dell'individuo, in particolare dal bisogno di coprire parte della fronte o dal bisogno di dare slancio al viso e più leggerezza alla pettinatura.
 
Le frange curve sono, in generale, più indicate per individui con viso quadrato o spigolosità nel viso e servono per addolcire queste linee nette della faccia. Non sono invece facilmente adattabili alle persone con viso rotondo, in quanto la ripetizione della curvatura non fa altro che accentuare la rotondità in modo esagerato. Inoltre, se la persona ha anche occhi distanziati, la parte finale della frangia può far risaltare ancora di più ciascun occhio e, dunque, aumentare la distanza apparente al centro del viso.
 
Pagina seguente